Teatro Ristori via ristori 7
11/03/20
piazza Risorgimento 17/C S. Massimo Verona - 37100 (VR)
Teatro Romano Verona, Regaste Redentore, 2
22/05/20
via Unità d'Italia 94 - 37132 Verona (VR)
La Voglia - Bim, bum, bam Via Lungadige Porta Vittoria, 27
27/02/20
via Carlo Cattaneo, 27 - 37121 Verona (VR)
Piazza delle erbe
21/03/20
via San Matteo 46 - Soave (VR)
Teatro Ristori, Via Ristori, 7
04/03/20
via Trezzolano, 17 - 37033 Trezzolano Roverè Veronese (VR)
Campus Pub via XX Settembre, 18
29/02/20
via Unita' d'Italia 144 - 37132 Verona (VR)
Arsenale di Verona
14/03/20
Via Francia, 3 - 3713 Verona (VR)
Teatro Ristori via ristori 7
04/03/20
via Piazza Lenotti, 11 - 37011 Bardolino (VR)
via Pace Paquara 24 - 37057 San Giovanni Lupatoto (VR)
via Via Ca' dei Maghi, 7 - 37022 Fumane (VR)

La musica e le arti - Klee e la musica

- ATTENZIONE: questo articolo è scaduto il 20/02/2020 -

Teatro Ristori via ristori 7 - 20/02/20

Caricamento mappa... (richiede javascript)

LA MUSICA E LE ARTI

KLEE E LA MUSICA

con

Paolo Bolpagni

Ensemble del Conservatorio E. F. Dall’Abaco di Verona



Paul Klee (1879-1940), prima di diventare uno dei massimi pittori e disegnatori del Novecento, fu a lungo indeciso tra l’intraprendere la carriera musicale oppure quella artistica. Violinista di alto livello, tale era la sua padronanza dello strumento che, all’età di soli undici anni, fu cooptato quale membro straordinario dell’Orchestra municipale di Berna. Anche dopo aver compiuto la sua definitiva scelta professionale, continuò sempre a suonare Bach e Mozart con e per amici e parenti, e soprattutto restò un assiduo frequentatore di teatri e sale da concerto, tanto che, per un certo periodo, si mantenne scrivendo recensioni di melodrammi e spettacoli. La musica, insomma, non fu mai, per lui, un semplice passatempo: a nessun’altra forma d’espressione Klee dedicò tanto spazio e attenzione nelle sue lettere e nei Diari. È naturale, quindi, che uno dei principali nodi del dibattito intorno all’opera del grande maestro svizzero verta, fin dagli inizi, sul grado in cui la conoscenza e la diretta pratica musicale abbiano influito sulla sua attività pittorica e grafica. Durante questa conferenza-concerto, intercalata dall’esecuzione di brani musicali di alcuni dei compositori prediletti da Klee o da lui presi a ispirazione, si cercherà in particolare di riflettere sulla presenza degli elementi della temporalità, del ritmo e della polifonia nella produzione artistica e nella riflessione di Paul Klee.



In collaborazione con il Conservatorio E. F. Dall’Abaco di Verona


Paolo Bolpagni è uno storico delle arti e docente universitario. Dopo aver diretto la Collezione Paolo VI – arte contemporanea, dal 2016 è direttore della Fondazione Ragghianti di Lucca. Come studioso, ha coltivato in particolare il tema del rapporto tra pittura e musica nel XIX e XX secolo. Oltre ad avere un’ampia produzione scientifica, si occupa di divulgazione in ambito sia artistico sia musicale, partecipando a trasmissioni televisive e ideando e conducendo conferenze-concerto e spettacoli. Nel 2011 ha creato il canale You Tube “Regola d’arte”, realizzando venticinque video in cui ha raccontato l’arte, i suoi protagonisti, i movimenti e le tendenze in “puntate” della durata di pochi minuti (a tutt’oggi il canale ha totalizzato oltre 400.000 visualizzazioni). Ha vinto nel 2013 il Premio Sulmona per la storia dell’arte. Dal 2018 è Accademico d’Onore dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze, la più antica del mondo.

La musica e le arti
Un ciclo di incontri a cura di Paolo Bolpagni incentrati su temi o personaggi della storia della cultura, secondo una prospettiva multidisciplinare e trasversale, che unisca musica, letteratura e arti visive.

BIGLIETTI


Fonte : https://www.facebook.com/events/980342552300524/