Teatro Romano, Verona Rigaste Redentore 2
22/07/19
via Trezzolano, 17 - 37033 Trezzolano Roverè Veronese (VR)
Arena di Verona, Piazza Bra
29/05-30/05/19
via Piazza Lenotti, 11 - 37011 Bardolino (VR)
Bastioni Città di Nimes
28/06/19
via Carlo Cattaneo, 27 - 37121 Verona (VR)
Arena di Verona, Piazza Bra
04/06-05/06/19
via Unità d'Italia 94 - 37132 Verona (VR)
Palazzo Barbieri - Comune di Verona Piazza Bra
24/05/19
via Pace Paquara 24 - 37057 San Giovanni Lupatoto (VR)
Libre Verona Interrato dell'Acqua Morta 38
30/05/19
via Via Ca' dei Maghi, 7 - 37022 Fumane (VR)
Teatro Ristori, via ristori 7
26/05/19
via Carlo Cattaneo 22 - 37121 Verona (VR)
Verona
02/06/19
via San Rocco, 50 - 37067 Valeggio sul Mincio (VR)
Teatro Laboratorio di Verona ex Arsenale Asburgico
28/05/19
piazza Risorgimento 17/C S. Massimo Verona - 37100 (VR)
pin Teatro Romano Verona Regaste Redentore, 2
11/06/19
via Meucci 8A - 37036 San Martino Buon Albergo (VR)

L'emersione imprevista

- ATTENZIONE: questo articolo è scaduto il 18/05/2019 -

Libre Verona Interrato dell'Acqua Morta 38 - 18/05/19

Caricamento mappa... (richiede javascript)

Ultimo incontro del ciclo PORT* APERT*
Sabato 18 maggio alle ore 10.30

Elena Biagini presenta e discute L'emersione imprevista.
Il movimento delle lesbiche in Italia negli anni '70 e '80
(Ets 2018) con alcune compagne lesbiche di Non una di meno - Verona.

In collaborazione con Libre Verona, Circolo Pink e Pianeta Milk - Verona Lgbt Center arci-arcigay nella cornice del Verona Pride

***

L'emersione imprevista che dà titolo al libro è la presa di parola delle lesbiche in Italia, che dagli anni Settanta scelgono di lottare contro il dispositivo repressivo del silenzio e affrontare lo scandalo.

Le lesbiche nella storia non esistono, ciascuna deve imporre la propria esistenza, superare la frontiera dell'eterosessualità obbligatoria, vincere la percezione di essere l'unica al mondo a provare un desiderio imprevisto. Il superamento dell'obbligo sociale e culturale all'eterosessualità, nel nostro Paese come altrove, è stato possibile solo attraverso la costruzione di un movimento.

Questo testo affronta in modo organico la storia del lesbismo politico in Italia, con l'obiettivo di contribuire a colmare i vuoti storiografici della storia politica delle donne e dei movimenti lgbtiq nel nostro paese. Raccontare la storia del movimento delle lesbiche significa infatti indagare la formazione di un soggetto politico che emerge, all'inizio degli anni Settanta, contemporaneamente nel contesto femminista e in quello omosessuale, per poi configurarsi in modo autonomo nel decennio successivo.

Questa storia è raccontata attraverso interviste a protagoniste dell'epoca: la scelta delle fonti orali non è solo una necessità ma anche l'assunzione del nesso che lega femminismo e storia orale nel riconoscere il personale come un importante obiettivo di indagine e nello sfidare la tradizionale oggettività delle scienze sociali.

Uno sguardo lgbtiq, insieme all'ottica di genere, può portare alla storiografia - come è stato già per altre discipline - nuovi percorsi e nuove analisi, allargando il campo d'indagine alla sessualità, ai ruoli di genere, alle rappresentazioni dei generi, alle generazioni, ai confini tra norma, ribellione e conflitto, alle questioni della normatività e del controllo sociale, tra intersezioni e interstizi.


Fonte : https://www.facebook.com/events/1404503663024900/